Dopo un susseguirsi di notizie contrastanti, fra chi sosteneva che la situazione in casa GTI non fosse significativamente cambiata ma anzi si fosse addirittura rinsaldato il legame che unisce la famiglia (anche se a noi pare che questo sia solo un timido tentativo per tenere in piedi un castello di carte che con tutta sincerità non può più stare in piedi), si sono aggiunte voci molto più attendibili ( non solo per il fatto che provocano clamore e disperazione a coloro i quali pervengano, ma anche perché rivelano un fondato malcontento interno che è il risultato di lunghe ed estenuanti vicissitudini che hanno influito con decisione nella frattura del rapporto)
che hanno delineato uno scenario a detta di tutti apocalittico.

I FATTI :

Pare che qualche settimana la progenitrice della famiglia che noi chiameremo affettuosamente “Nonna GTI” si sia rifiutata inspiegabilmente di lavare il suo amato porticato, compito che fino ai giorni prima portava a termine con cura e dedizione infiniti riuscendo ad ispirare nei cuori di chi la vedeva eseguire questi semplici ma onorevoli compiti un senso di pace e di coraggio.
Questo compito così onorevole veniva incontro alle enormi esigenze igieniche del suo nipotino (
lo chiameremo affettuosamente nipotino anche se è un obeso di 130 Kg ma a quanto pare con un grande charme) che pretendeva che tutti i giorni il porticato fosse perfettamente pulito affinché la sua GTI non fosse disonorata, visto che è proprio sul porticato che viene abitualmente parcheggiata.
Neanche a dirlo la rappresaglia del Grassottello alias “Il
Gordo” è stata celere e violenta, infatti li giorno dopo per manifestare il suo disdegno ha sfoggiato un aumento smisurato della sua massa grassa che già prima sfiorava livelli vertiginosi, fatto che ha fatto gridare gli studiosi al miracolo e che hanno calcolato che se continua così il grassottello presto si trasformerà in un una Gigante rossa per poi sfociare in un buco nero.

LE RICHIESTE:

A quanto ci è dato sapere le richieste del nipote sono semplici e cioè il Porticato sempre pulito ogni mattina e una scorta illimitata di prodotti per la pulizia dell’auto di una marca Medio-ALTA.
Sconosciute invece restano ancore le richieste della Nonna GTI come sconosciute sono le cause di questo suo comportamento, anche perché la Nonna si è rifiutata più volte di rispondere concretamente alle nostre insistenti e scomode domande ma rispondendo solamente con un enigmatico ” Lasciate che i bambini vengano a me …” risposta che in più di un’occasione devo dire francamente ci ha lasciato perplessi …

IN CONCLUSIONE:

Le conclusioni che possiamo trarre da questa storia, dai tratti fiabeschi e scanzonati e caratterizzata anche da una grammatica e una sintassi che potrebbero causare nausea e svenimenti a molte delle ignare persone che la leggeranno, è che la risposta alle nostre domande non sta nelle persone che ci impongono delle scelte ma sta nelle persone che quelle scelte le fanno e che portano avanti nella loro immagine il riflesso del coraggio e della determinazione che ci permettono almeno per un attimo di sentire sulla nostra pelle il calore dell’infinito.

By Saggezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.