Torna la carrellata di personaggi, che non avete ancora avuto modo di conoscere, ma che non potete assolutamente perdervi, devo dire fra l’altro che sono di più di quanto pensassi, sarà perchè ogni tanto se ne aggiunge uno, però cazzo sono proprio tanti, infatti spesso mi chiedo se c’è qualcosa in noi che li attira irrimediabilmente. chissà, ai posteri l’ardua sentenza.
Comunque oggi vi vado a parlare di un personaggio storico, è uscito con noi solo una sera, più di un anno fà, una sera gli è bastata per capire con chi aveva a che fare, una sera è stato messo alla prova è stato insultato, deriso, ingiuriato, picchiato e derubato, per poi scomparire come la foschia sotto i primi raggi dell’aurora.
Stiamo parlando del mitico “PINO” !!! che poi mi dicono si chiami Fabrizio, e allora viene naturale da chiedersi, perchè lo chiamano Pino ??? e la risposta del Bvp (visto che è un amico suo !!) è stata esauriente e completa come al solito: ” Sò Una Sega! “.
Ricordo i fatti come se fossero accaduti ieri :
Era stata indetta una cena, cosa che avveniva spesso a quei tempi e che al contrario delle ultime volte la gente non dava il pacco con scuse ridicole e patetiche, ma veniva.
Fatto stà che il Bvp, ragazzi apro una parentesi c’è sempre lo zampino del Bvp, state attenti, guardatevi sempre le spalle perchè potrebbe essere pericolosissimo vi ho avvisato !! chiusa parentesi.
Come dicevo, il Bvp si accordò con il Gallizzia ( che definirò Buonanima), per fare uno scherzo al sottoscritto, invitarono a questa cena, a mia insaputa, questo personaggio misterioso che all’epoca e tutt’ora non conosco appunto Pino, che io avevo già cominciato da qualche giorno ad insultare ed offendere senza motivo, come faccio di solito con le persone che conosco, però sempre alle spalle mi raccomando.
Fatto stà che ci toccò portarci dietro il mitico Pino, fino ad un ristorante che scherzo del destino era accanto a casa sua, così non solo gli facemmo fare 30 chilometri all’andata per incontrarci al QQ3, ma oltretutto lo riportammo a casa sua a mangiare, Bvp disse che fù un caso ma io sono quasi certo che fù un piano architettato da lui in persona.
Ma questo fù solo l’inizio dell’avventura di pino, al ristorante fù infamato più volte per la lentezza incredibile con cui mangiava il suo triste e sconsolato pane arabo, per la lentezza con cui beveva, per la stupidità con cui mangiava il gelato, leggeva il giornale, guardava il cellulare, si metteva gli occhiali insomma qualunque cosa facesse noi eravamo pronti a deriderlo ed offenderlo.
Ma la serata non finì lì, anzi era solamente l’inizio.
Usciti dal ristorante, decidemmo di dirigerci in quel di Pisa, visto che era S. Ranieri e per le strade c’era un pò di tutti dagli alcolizzati, a gente che sveniva altri già morti.
E’ lì abbiamo fatto baldoria fino a tarda ora con un pino sempre più sconvolto, per i luoghi e i personaggi a cui era sottoposto, un Pino super-credente e super-religioso, che si vedeva contrapposto a dei personaggi ( Noi ) che a suo modo di vedere nè combinavano di tutti i colori.
Possiamo ricordare quella sera prestazioni esemplari, tipo By Saggezza che durante tutto il viaggio di andata e ritorno indossava gli occhiali da sole, smoccolava come un turco e giudicava la Bibbia (come ha fatto altre volte) “Il Più Grande Libro Fantasy della Storia”, vi lascio immaginare le reazioni di Pino …. Ma comunque anche Bvp e Don GG e Gallizzia diedero una forte mano emotiva al povero Pino, ricordiamo che soprattutto Gallizzia tentò di farlo cagare addosso a 150 Km/h sul foro, oppure fermandosi da delle signorine di dubbia moralità.
Arrivati a fine serata il povero Pino era sconvolto e distrutto, non lo sentimmo più da quella sera, e dopo aver ripercorso l’intera vicenda forse capisco anche il perchè …. Bhè meglio così direi, comunque sia ….

Pino Prega Per Noi !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.