Come sapete ormai BS è ovunque, è intorno a voi, potete raggiungerlo qui sul blog per insultarlo, oppure potete trovare sul web molte altre tracce del suo passaggio.
Ogni suo intervento viene soppesato, giudicato, analizzato in ogni suo aspetto ed in ogni sua forma.
Crea scalpore, litiga sul web, insulta, ringrazia, chiede informazioni assurde a problemi, che a quanto pare coinvolgono solo esclusivamente lui e il suo Fantastico (Ma Bastardissimo) Pc.
Anche questa è una di quelle volte.

Un paio di giorni mi decisi insieme a Don Gigi di aprire una cartella condivisa sul web, che ovviamente non andavano da un di tempo.
Girovagando su internet trovai che c’è un servizio apposito che deve essere attivato affinchè le cartelle possano funzionare.
Raggiante della scoperta, gongolavo già di creare intorno a questo fatto un’altra leggenda, fatta di magia e di pozioni magiche, con le quali avevo esorcizzato Messenger.
Apro la cartella insieme al Don, ed attendo con ansia di vedere i prodigi promessi da questa nuova ed incredibile funzionalità che era finalmente in mio possesso.
Il Don però tarda a rispondere, probabilmente si era addormentato davanti ai libri mentre “Studia”, diciamo così ….
Per ingannare il tempo, torneino di pugno palla ….
No scherzo ( o forse no …), mi misi a giocare con un giochino che in questi giorni ha catturato la mia attenzione, ovvero Slinter Cell Chaos Teory ( Gentilmente fornito dal buon Luca, che però se lo rivedrà arrivare distrutto…).
MI metto a giocare sempre condendo il mio gameplay con epiteti di grandezza, come ad esempio “Muori figlio di troia”, “Dio C***, girato …” che portavano tutti al solito messaggio conclusivo “Missione Fallita” che veniva salutato, con sorrisi divertiti e sportivi, mentre il joystik del Pc volava, inevitabilmente, contro la parete.
All’improvviso si blocca tutto ed appare la schermata più amata da tutti gli utilizzatori di Windows, la mitica schermata Blu che segnalava un errore gravissimo e ho dovuto riavviare tutto.
Sul momento credo ad un problema del giochino con la scheda video, cosa già successa altre volte e riparto, ma stavolta tutto tranquillo.

Tornato su Msn riesco a contattare Don GG, che ne frattempo si era svegliato o aveva smesso di studiare, a vostra discrezione.
Giulivo come poche volte, lo avverto che finalmente la cartella condivisa è una realtà, alchè mi chiede subito di condividere un mp3.
Detto fatto lo inserisco e appena le cartelle si sincronizzano, Torna la nostra amica a farci visita ed a avvisarmi che si è bloccato tutto.
In questo momento, da buon informatico, mi balena subito in mente l’idea di formattare tutto il giorno successivo, come è prassi naturale.
Una volta che ero di nuovo on-line, mi ri collego con il Don e appena le cartelle si risincronizzano, Tadannnn …. Schermata Blu (Che il signore la inculi).
Allora in un attimo, realizzo l’intero arcano, cioè che è la cartella condivisa di Msn che piantare tutto, puttana eva.
Io scarico ogni responsabilità su Don Gigi (Come ogni buon informatico farebbe), dicendo che è colpa sua che ogni volta che si connette, lui risonde aspramente mettendo in dubbio le mie preferenze sessuali.

Resti imperituro a memoria che una volta bloccato il servizio incriminato tutto è tornato tranquillo e non è più successo niente.
Adesso resta da vedere se la colpa è del Mio pc, ma è quasi impossibile, è un pc incredibile, e ricordiamo che una volta possedeva interruttori per accendere e spegnere i led, solo questo vi capire che pensare a lui come causa di questo malfunzionamento è pura follia, se non addirittura eresia.
Mentre il Pc di DOn GG lo conosciamo tutti bene, mezzo alcolizzato come il padrone, a stentoni e spesso autospunta la voce “Non in Linea”, così da impedire al Don di andar su internet.

Ma anche se fosse per un caso immotivato e oserei dire criminale, colpa del Mio Pc, come si potrebbe risolvere ???
Io non lo , dopo tutto sono solo un informatico perito.
(Questa è veramente la battuta più brutta che abbia mai scritto cazzo, vi chiedo scusa dal profondo del cuore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.