Visto che è da un di tempo che non tratto l’argomento dell’alimentazione, vorrei riproporre uno di quei alimenti che più di ogni altro rappresenta e testimonia, la grandezza e l’elevata civiltà di una popolazione.
Naturalmente stò parlando del Tonno al naturale, uno degli alimenti che in questi ultimi anni stà prendendo voga un ovunque, e che sempre più spesso viene sostituito al fratello “Maggiore”, ovvero quello all’olio di oliva.
Un prodotto sopraffino e incredibilmente versatile, qualcuno l’ha chiamato addirittura la “Cadillac” degli alimenti dietetici e non.
Ormai è da tempo che lo utilizzo, in alcune situazioni anche in quantità industriali, mangiandolo addirittura alle 10 di mattina e il pomeriggio, così da solo, una bontà eccelsa….

Ultimamente però mi è capitato di sentire molte storie sui tonni, che comunque vorrei sottolineare, sono felici di andare in pasto a BS, o a chiunque altro decida di intraprendere una dieta di Definizione, parole Loro “Noi siamo qui per questo …”.
Alcuni racconti di uomini di mare che ho incontrato nei miei pellegrinaggi per i porti, dove tentavo di acquistare tonni risparmiando qualche buon euro, narrano di alcuni tonni che possiedono addirittura 40- 50 g di Proteine ogni 100 g, che però vivono in profondità dove la pressione costante gli ha permesso di sviluppare queste incredibile doti.
Davvero animali interessanti questi tonni al naturale, che a quanto pare il Tonno stesso nasce “Al Naturale” e diventa all’olio con procedimento successivo alla cattura, chiarisco questo per rettificare alcune mie dichiarazioni fatte in precedenza, tipo quando ero bambino, che credevo che i tonni fossero all’olio per natura.
Ma già in quei frangenti si doveva capire che c’era qualcosa che non andava, e invece non è stato fatto nulla ….

Alcuni Esperti (non io …), o presunti tali (IO !!!), affermano con una certa sicurezza che c’è comunque un rischio per i vari tonni, che è quello dei metalli pesanti che sicuramente avrete sentito parlare.
Questa notizia mi è arrivata fra capo e collo un giorno mentre stavo aprendo la dodicesima scatoletta della giornata, e ho riflettuto molto mentre con la forchetta mangiavo quella creatura traditrice e voltagabbana.
Da quel giorno ho cercato di calare l’assunzione di Tonno, anche perchè creava un’altra serie di disturbi ….

Come vedete ci sono molte correnti di pensiero intorno a quello che è l’alimento più affascinante che il mondo abbia mai conosciuto, e che con ogni probabilità, conoscerà mai .
Nascono spontaneamente e divampano intere discussioni sull’argomento, nei bar, al supermercato file interminabili di donne che si prendono a scatolettate, e innumerevoli petizioni sul Web, dove ognuno difende le sue tesi.
Da parte mia posso solo consigliare di assumerlo in quantità moderate, senza eccessi, consiglio che in fondo può valere per ogni cosa, però è anche vero che sono un “Presunto” esperto, quindi che altro vi aspettavate.

Vorrei lasciarvi con una domanda, che dovrete ripetervi ogni volta che andate a letto :

” IO, stò con il Tonno, o con L’anguilla ??”

Una volta data una risposta a questo, tutto vi sarà più chiaro (Ma non questo post …)

P.S. Comunque la Rubrica si dovrebbe chiamare “Dietologia e ‘Molto’ Dintorni” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.