Lo che questi post non riscuotono grosso successo, però certe volte è bene chiarire anche un la situazione che ci circonda, almeno fino anche possiamo farlo, poi continueremo a farlo magari stampando i post e iniziandoli a smerciare di nascosto come fossero bustine di coca.
In questo periodo, non ho più affrontato il tema politico italiano, che ha volte mi “divertivo” a fare.
Non perchè non ci fossero argomenti, quelli non mancano mai, ma semplicemente perchè la merda che ci stanno scaricando addosso in questo periodo è di dimensioni spropositate, tanto che a volte è veramente difficile riemergere.

In questi giorni però abbiamo avuto una buona notizia, finalmente anche in Italia avremo una via intitolata, al corruttore, pluri-condannato, eroe di mille mazzette, “Bettino Craxi“.
Grandi applausi, il Sindaco Alemanno elogia la grandezza di statista e la lungimiranza politica. Il governo è un brodo di felicità e acclamazioni, gente che si bagna nelle mutande alla notizia (A Parte Gasparri che gli capita quasi tutti i giorni per altri motivi ….), finalmente si decreta che un LADRO è il simbolo di questa nazione.
Tutti adesso si staranno chiedendo che cosa verrà eretto in onore di Berlusconi, quando e si spera che la signora non ci faccia patire oltre, lo richiamerà al suo destino.
Come minimo un colosseo, oppure il suo amato ponte sullo stretto, chissà.
Sono lontani, dannatamente troppo lontani, oddio appena 16 anni , quando nella stessa città che avrà l’onore di avere “Via Craxi“, il popolo infuriato gettava le monetine a Craxi, all’urlo di “Prendi anche queste !!!”.
Ma ormai ci stanno raccontando di tutto e di più, nella gioia e nei festeggiamenti generali.
Presto con le leggi che verranno, non potremo più dire nulla, e non potremmo più sapere nulla, forse è meglio così.
Le parole non sono servite, ed allo stato dei fatti non servono più.
Questo è il tempo delle conseguenze concrete, che arriveranno in questi anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.