Prendo come spunto il commento di Ivan, che mi chiede di approfondire la vicenda che riguarda il ricercatore Giampaolo Giuliani, che da quanto avrete sicuramente sentito, avrebbe previsto il terremoto, ed in questo caso possiamo dire tranquillamente, Ha previsto il terremoto.

Ivan ha detto…

BS, credo che tu ti debba ulteriormente interessare del caso della previsione del terremoto da parte di Giuliani. Qui siamo di fronte ad tecnico diplomato del CNR, fuori dal giro che conta, e che pur avendo a disposizione un metodo valido (questo è il mio parere), viene segato e messo a tacere. Tipicamente, all’italiana!
Senti queste (Parte 1 e 2 di porta a porta e intervista al telefono di Giuliani da parte di AffariItaliani):

Inutile dire che le questioni scientifiche le lasciamo a chi è esperto in materia e devono essere valutate. Quello che salta subito agli occhi a chi conosce un la stampa, si è data un bel d’affare per tirare merda su questo personaggio e sulle sue teorie, supportato senza dubbio dall’INGV.

Quello che penso io, è che L’INGV si stia parando il culo perchè ha sottovalutato questo ricercatore e le sue ricerche, solo per il fatto che non è un membro dell’istituto, e che adesso tenti di denigrarlo in tutti i modi possibili per scaricarsi le responsabilità.
Ma come, se un ricercatore, che fra l’altro si occupa di un’altro settore che è quello fisico nucleare, pubblica e presenta una ricerca su questo legame fra queste emissioni di radon e i terremoti, e i signori dell’INGV non sanno nulla ?
Ma anche se non sapessero nulla, presumibilmente per negligenza, come il Prof. Boschi ad affermare con certezza che quei dati sono: “Assolutamente Casuali”.
I fatti sono due, ho hai analizzato la ricerca e sai di quello che parli, e allora puoi dire che i dati sono del tutto casuali, oppure se non l’hai analizzata non ti puoi permettere di dire che sono del tutto casuali, soprattutto visto che in questo caso ci ha azzeccato in pieno.
Questi signori che parlano tanto di metodo scientifico, che siamo tutti d’accordo sia necessario ed indispensabile, non lo ha messo in dubbio nessuno, come fanno a dire con certezza che gli studi di Giuliani sono completamente sbagliati e va a casaccio come un rabdomante.
Attaccandosi al fatto che prima devono uscire su centinaia di riviste specializzate, che devono essere verificate.
Certo che devono essere verificate, ma una teoria è vera non solo da quando viene dimostrata, era vera anche prima, è per questo che il lavoro di questi signori è così importante.
Mi aspetto che dicessero “Dobbiamo Verificare i dati del ricercatore” e non “Sono dati casuali”, sottintendendo che sia un pazzo che gira per le strade.
In questo caso penso abbia ragione Di Pietro, che non si spiega perchè fosse lì comunque, lui e La Russa, che ci vuole un più di umiltà di questi grandi professoroni.

Non sappiamo se le teorie di Giuliani siano vere o no, io mi aspetto che siano immediatamente analizzate e finanziate se si scopre ci possa qualcosa di vero.
Credo che ancora una volta il giornalismo, “By In Italy” stia facendo una figura di merda come le altre.
Ma questa volta ha ragione Travaglio quando dice:”Ma questa volta è nell’epoca di Internet”, perchè abbiamo visto che la rete ha rivalutato subito il sig. Giuliani, non come uno che ha la verità e che ha trovato il sistema di anticipare i terremoti, ma come uno scienziato che fare il suo lavoro e che ha sicuramente qualcosa da dire in questo campo.
Ma non che è un pazzo che gira per le strade a seminare il terrore, o come ricordava Bertolaso: “Ci sono deficienti che spargono la paura”.

Mi aspetterei dai membri dell’INGV un rapido esame di coscienza sulla questione, così da poter aiutare, magari, qualcuno nei prossimi casi.
Senza dover spare addosso a degli scienziati, solo per il fatto di credere alle proprie teorie, ed in questo caso, averci pienamente azzeccato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.