La diatriba, se così la vogliamo chiamare, fra By Saggezza e l’azienda Vaticana è ormai diventata leggendaria e risaputa.
Molte volte BS è stato protagonista per aver polemizzato su questo e su quello, con il suo fare ironico ma pungente e puntuale.
Quello che non vi dice, ma che in realtà ve lo sta dicendo solo adesso, è che da qualche tempo BS frequenta, per motivi del tutto professionali, un uomo di chiesa.
In molti mi chiedono il perché, altri si scandalizzano, altri ancora mi hanno proposto come prossimo pontefice.

La verità è che da qualche tempo ci sono un paio di idee in ballo, che vorrei attuare, ma che mi è difficile farlo, visto il mio pochissimo “Know How“, in materia religiosa.
Quindi questi incontri servono proprio per avere consigli, su come comportarmi nei vari campi, in cui la chiesa ha molto da insegnare.

La prima cosa da farsi subito è la religione, dove si preveda come capo supremo “By Saggezza”.
Basta, è l’ora di smetterla con queste religioni dove le divinità sono fatiscenti, intangibili, eteree.
C’è bisogno di una religione dove il suo massimo esponente, possa essere visto, toccato, amato, ma soprattutto a cui si possano consegnare direttamente i “fondi per il bisognoso”, che è sempre By Saggezza.
La seconda è una parodia del vangelo, che sarebbe il cavallo di battaglia della produzione letteraria di BS.
Un parodia molto “21 Century” dove si possa giocare senza problemi sulla sessualità dei personaggi, dove si affrontino temi importanti come l’autoerotismo, dove si tiri fuori lo spirito sadico, e immorale di quei tempi.
Rimanendo in quel piccolo confine che c’è fra parodia e blasfemia, anche se la seconda è quella che più mi si adatta.

Progetti importanti, senza dubbio, frutto di una mente sana e sobria, che riscuoterà sicuramente il favore degli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.