Da un personaggio, più di tutti, c’è da imparare qualcosa.
Un personaggio che in questi anni ha saputo manipolarsi, ma soprattutto manipolare, per arrivare a raggiungere obbiettivi, fuori dalla portata delle persone comuni.
Da questo punto di vista dobbiamo dargliene atto: Laburno resta uno dei capisaldi mondiali, per quanto riguarda la manipolazione, e la strumentalizzazione degli eventi che lo coinvolgono,che riesce inevitabilmente a manovrare in suo favore.
In molti ci hanno provato, sia ad emularlo che ha batterlo, ma tranne in poche e rare occasioni, il suo predominio incontrastato, e le sue continue elucubrazioni, che pare si svolgano anche mentre dorme o “riposa gli occhi”, sono incessanti, eterne e inarrestabili.
Le volte in cui ha fregato BS sono ormai impresse su questo blog, ma sono solo la punta dell’iceberg, che vede nelle sue profondità marine, muoversi un mondo fatto di inganni, mezze verità, ed eventi manipolati ad arte per ottenere le reazioni da lui desiderate.
Possiamo quindi affermare, con una certa sicurezza, che tutto quello che fa Laburno nel bene o nel male, ha sempre un secondo fine, che però scopriremo solo quando sarà troppo tardi.
Maestro dell’antica arte dell’inganno, astuto e calcolatore, vive in un mondo da lui stesso creato, con le sue regole, e con i suoi scopi, che lo elevano ad “eroe fattucchiera” del 21esimo secolo.

L’ultimo caso, è forse il più esplicativo per farvi rendere conto, di quanto ormai le persone che lo circondano, si siano assuefatte alla ragnatele di bugie che ha tessuto lentamente in tutti questi anni, e che d’ora in avanti, non faranno altro che consegnargli i frutti che tanto ha desiderato.
L’evento, lieto, è la laurea della sua storica fidanzata Yurtina, che i lettori più attenti ricordano sicuramente, e per quelli più smemorati: ricordiamo soltanto che è solita uccidere, per poi far sparire il corpo con le sue arti farmaceutiche, i gelatai che hanno fatto il grosso errore di non fargli trovare anche lo yogurt, quando lei invece vorrebbe gustarsene una coppetta.
Per molto tempo Laburno si chiese: che cosa regalargli per questo evento così importante, ma proprio quando stava per essere colto da un attacco di panico, preceduto da una forte aerofagia, le sue migliaia di trappole mentali disseminate in questi anni, gli ha portato una soluzione, che non solo lo favorisce, ma nella quale riesce anche ad uscirne pulito.
Infatti Yurtina è arrivata addirittura a pregarlo, che usasse i soldi per il regalo che voleva comprargli, per pagarsi (LUI) il viaggio alla volta di “sharm el sheik” dove in questo momento sono a godersi il sole, alla faccia di Stam.
Pensate la follia di questa donna, pensate a quanta sofferenza repressa sia dentro di lei, che scalcia e scalpita per uscire, e che invece si ritrova confinata da una personalità del tutto annientata, dalle melliflue parole di un contorto personaggio.

Ma Laburno inganna tutti, lo sappiamo ormai bene, io per primo.
É riuscito in questi anni a fregare la maggior parte delle persone. Pensate ad esempio come in tutti questi anni, sia riuscito a far credere a tutti di essere eterosessuale, soprattutto a Yurtina, mentre ci scappava un saltino, prima da Gnogno, poi dal Vecchio Sax, per non parlare del Don.
Ma non scopro niente di nuovo, questi sono tutti fatti documentati, e sotto gli occhi di tutti.
Pensate all’esperienza dei Lettori Fissi, dove ha tentato di usare tutte le sue arti, per stravolgere e distruggere BS, che però grazie alla sua arma più potente: la “Libera Informazione”, è sempre riuscito a distruggere i suoi tranelli e i suoi incantesimi.
Signori, qui stiamo parlando di un uomo, che ha convinto la sua ragazza che il regalo più bello, fosse la sua presenza a “sharm el sheik”.
Signori, cazzo !!!
Accadono eventi del genere, e nessuno dice nulla ? Nessuno si indegna ?
É l’ora di smetterla con questi trucchi, con questi giochi di potere: finalizzati ad una rapida conquista da parte di Laburno del consenso della maggioranza dei fessacchiotti.
Il tempo è ora.
Se non accade adesso. Tutto sarà perduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.