Il BVP almeno su una cosa ha ragione: è ora di finirla.
Passare i venerdì sera a giocare a PES 2010 (come stasera) fino alle 5 la notte no è cosa da farsi.
La follia che è regnata sovrana fino a questo momento deve cessare. Ma è possibile poi che oltretutto, io alle 5 e 20 mi debba ritrovare a scrivere il post.
Ditemelo voi, è possibile ?
Poi è chiaro che scrivo poco, con poca fantasia e trasporto, ma come si fa, quando fra 5 minuti si va in stampa in diretta mondiale.
PES è una maledizione, soprattutto quando viene giocato in maniera folleggiante 1 Vs 1. Ma soprattutto quando non si riesce a battere il vecchio (bastardo) Sax.
Solo a riparlarne adesso, sento ancora la furia omicida percorrere le mie membra, e la lucidità abbandonare il mio essere.

Tutto questo deve finire.
Non ci si può incazzare come bestie, facendo partire tonnellate e tonnellate di bestemmie per un giochino mal progettato, e mal programmato.
Infatti questo PES 2010, non è un gran che dobbiamo dirlo.
Se da un lato sembra un po più realistico, dall’altro i menù ma soprattutto l’arbitraggio è assolutamente discutibile.
Poi se vince il Vecchio Sax, si capisce subito la beffa colossale alla quale siamo andati in contro.
Via basta sennò mi incazzo.
Anzi sono già incazzato !!!! Ma è possibileee ???

Comunque una cosa positiva c’è stata. Un nuovo personaggio che si incontra solo nelle nottate PES.
Mentre il Sax (che il signore lo inculi) mi riportava verso la macchina, parcheggiata con la solita classe davanti a porta S.Pietro, abbiamo incontrato fugacemente quello che da solo è valso la serata, e tutta la baracca.
Appena davanti all’incrocio di Porta Elisa, alle 5 di mattina, stava attraversando un simpatico antico stregone, che fumava la sua sigaretta, e che portava vistosi occhiali da sole.
Mentre passavamo ci ha guardati di sfuggita, e subito dopo i suoi occhi e la sua mente hanno, di nuovo, intrapreso il loro cammino verso la ricerca dell’infinito e della grandezza.

Un uomo straordinario, che ha salvato la serata.

Basta sono stanco, signori, ci rivediamo domani verso le 15, 15:30.

Tanto di cappello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.