Ormai sembra che tutti studino l’inglese, colpa, forse (molto forse), anche dell’impegno di BS in questa materia linguistica, che lui ama studiare comodamente (nessuno aveva dubbi) seduto a casa sua, con delle serie americane sottotitolate.
Un metodo che gli ha permesso di uscire dall’oscurità dell’ignoranza, per entrare in un’altra oscurità di parole e sintassi assurde.
Questa storia viene raccontata e leggendizzata da sottoscritto, per cercare di far capire al mondo, che forse la via che ho intrapreso è quella, non solo della saggezza, ma anche di una comprensione più grande e più globale.
Mi fa particolarmente piacere anche presentare poi la vera protagonista di questa storia, che a piccoli passi si sta appassionando al blog, e che ha detta sua “non incomincia mai la giornata senza prima aver letto il post del giorno”.

Questa ragazza, perché di una ragazza si tratta, anche se so che in molti adesso strabuzzeranno gli occhi ed i fan più sfegatati si sentiranno minacciati da questa nuova personaggia, ha acconsentito che questa storia venisse diffusa e resa pubblica.
Subito si è creato il problema di trovare un soprannome, visto che come al solito le persone sono restie a presentarsi con il loro vero nome su questo blog, ed anzi mi pressano affinché cancelli i commenti dove appare il loro nome.
Qualcuno di voi se la ricorderà certamente, una fantastica sera in cui sfidando Gnogno a chi finiva per primo una bottiglia di sambuca lo fece ubriacare, e poi subito dopo questa enorme fatica si accasciò su un divanetto dove si addormentò, sognando nuove imprese e nuove avventure.
Qualcuno forse ha intuito, ma per criptare intanto il nome da utilizzare in questa situazione, utilizzeremo Paolanski, che secondo me comunque è un soprannome dalla bellezza eccelsa.
La leggenda vuole fra l’altro che già in età adolescenziale i suoi amici la chiamassero così, e che lei lo ami particolarmente, poiché gli ricorda gli anni spensierati nelle campagne, alla ricerca (pare) di bottiglie di sambuca.

Ebbene, trovandosi Paolanski ad un corso d’Inglese, e rifiutando categoricamente i miei consigli (estremamente preziosi come al solito) di seguire qualche serie americana, ha assistito ad una vera e propria rissa verbale, che è arrivata fino alle mani. Leggenda vuole.
Mentre l’insegnante faceva un commento piccante e risentito su George W. Bush, una “studentessa” si è risentita tantissimo ed ha iniziato ad imprecare contro l’insegnante che non si poteva permettere di offendere in questa maniera un personaggio come Bush.
Iniziato lo scontro verbale, la nostra Paolansky (Potete anche chiamarla Roman, mi ha giurato che non si offende…) si è alzata in piedi scandalizzata da questo comportamento, ed ha tentato di riportare la pace, convincendo le due a calmarsi e ragionare.

In questo momento la storia si complica, perché abbiamo due versioni contrastanti sull’epilogo della questione.
Da una parte c’è la nostra Paolanski, che giura di aver convinto le due a calmarsi, e che dopo pochi minuti sono riuscite a continuare la lezione.
Questa però è la versione per il grande pubblico, dove la nostra eroina salva la situazione, e si erge a icona sacra in grado, con il suo carisma, di riportare la ragione e la pace nei cuori delle persone.
D’altro canto c’è la versione di alcuni presenti che per motivi di ripercussioni legali si sono voluti mantenere anonimi, e che raccontano una storia del tutto differente.
Secondo questa versione, per molti apocrifa, Paolanski appena ha visto iniziare la rissa, ad iniziato a fomentare l’odio fra le due con frasi del tipo: “Siiii !!! ammazzalaaaa !!”, “Che ha detto !? ha detto che sei un tegame ???”, alcune delle quali in un misto fra latino ed inglese. “Degustibus, nothing else matter ..”.
Una volta fomentato l’odio le due hanno iniziato a tirarsi i capelli, ed è in questo momento che Paolanski ne ha approfittato per mettere su un piccolo sistema di scommesse improvvisato.

Non sappiamo dirvi quale di queste due versioni sia vera o falsa. La leggenda è lungi dal raccontare bugie, ma ancor più lontana dal raccontare la verità, in pratica non si sa cosa racconta.
Racconta una storia, che vi fa capire forse che la strada di BS è la migliore ?
Serve una storia per questo, serve ancora mettere in dubbio la parola di un mostro sacro come BS ?
Ogni storia lascia dentro di noi un insegnamento però. Qualunque sia quello che imparate quest’oggi ricordate che senza leggenda non si può vivere ne in questa, ne nell’altra vita.

Personalmente mi piace pensare che Paolanski abbia davvero messo su un sistema di scommesse fra le due contendenti, e che magari dopo aver letto questo tributo dia in donazione il ricavato al Blog.
Forza Paolanski … è andata così …

6 pensiero su “Risse Linguistiche …”
  1. Ecco l'ennesimo scoop dello gnogno, che vi fornisce il post del 14 gennaio con 3.15 ore di anticipo!

    “Tempo fa, si parla ormai di mesi, presentai al blog quello che da solo si doveva far carico della pressante e prorompente eredità spirituale di Rufus.
    Un’eredità scomoda, e per molti aspetti controversa, che per molti felini sarebbe stato impossibile ereditare senza subire delle conseguenze pesanti sulla loro personalità, e socievolezza.
    Sempre in quel post di presentazione, dichiarai che ero ancora alla ricerca di un nome da dare a questo gatto, un nome che ne rappresentasse la forza, la lungimiranza e la passionalità.
    Un nome che, visto le pretese, si poteva ricercare forse solo negli antichi classici greci, capaci di rievocare eroiche battaglie, e d eroici personaggi.
    Promisi di lanciare un sondaggio, che poi non ho mai lanciato, forse perchè in fondo sapevo che non sarebbe servito, e che il nome sarebbe arrivato da solo.
    “Gatto della ditta” non poteva essere che questa la scelta giusta, il nome perfetto che in tre semplici parole riassume un mondo.
    Un mondo costellato di grandi vittorie, e cocenti sconfitte, ma che rappresenta ed ha sempre rappresentato, un simbolo di forza e di ardore.
    Il nuovo gatto, che potete chiamare GDD, e che ha detta sua è il nome più stupido ma allo stesso tempo più poetico che abbia mai sentito, è ufficialmente parte integrante di questo blog, che come vedete stamane, ha un nuovo aspetto più orientaleggiante, anche se ho trovato un tema fantastico ma non sono riuscito ad impostarlo.
    Ma da cosa si capisce che il GDD è finalmente fra noi, intendo nel blog ?
    Dal fatto che Gnogno ha iniziato incessantemente a chiedere sue notizie. Più semplice di così.
    Adesso, badate bene, Gnogno forse è il più folle seguace del blog, quindi devo tenere per forza in considerazione le sue richieste, ed assecondarle quando posso, perchè non si sa come potrebbe reagire.
    Soprattutto poi quando sente parlare di “Ditta” dà di matto, ed inizia a chiedere informazioni, come era solito fare con l’ormai defunta “MDD” (Macchina della ditta).
    Quindi ho voluto scrivere queste righe per farlo subito calmare, prima che inizi a subissare di offese e minacce chiunque, come fa di solito.
    Devo comunque dire che all’inizio il GDD si era mostrato un po scarno e magrolino, troppo fragile per resistere nell’ambiente domestico di BS.
    Inoltre il timore è che la maledizione di Rufus, lo spazzasse via ancor prima di giungere all’età della follia.
    Con il tempo però, sempre sotto un attento controllo di BS, è cresciuto e si è rinforzato, forse perché lui al contrario di Rufus mangia cibi normali, invece di rimpinzarsi di Bit significativi, che aumentano il carisma ma non riempiono lo stomaco.
    Ultimamente il GDD è stato molto utile, poiché si è preso la briga e la responsabilità di testare le casse costruite da BS, testandone la resistenza e l’assemblaggio, uscendone soddisfatto, ed approvando il duro lavoro fino a questo momento svolto, anche se ha avuto parole pesanti sul numero delle viti e si è lasciato andare a commenti e consigli spassionati.
    In pratica più che diventare l’erede di Rufus, ne è diventato l’antagonista, essendo cresciuto in bellezza e possanza, molto di più delle più rosee aspettative.
    Ma anche questo è un miracolo di BS dopo tutto ….
    Iniziate ad abituarvi.”

  2. Sei Un Farlocco !!!

    Solo perchè ancora una volta ho sbagliato a pubblicarlo !!

    Ma che ci facevi in piedi alle 2 ?? Degustibus ??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.