pesca_in_canada_7

Visto che ancora una volta, come decine di centinaia di volte, i “Baroni” del blog hanno deciso di boicottarlo nascondendosi e scomparendo, ho deciso di passare al contrattacco, scatenando addosso a Laburno un fuoco incrociato di dimensioni impressionanti.
Mi spiace solo che anche questa sera sto scrivendo alle 5 di mattina, e con questo vorrei far tacere le controversie nate sul fatto che non scrivo i post in diretta alle 5 e 30, e che quindi le parole e le frasi saranno sicuramente più confuse e senza senso che mai …
Mi piacerebbe che tutti quelli che si sono permessi di offendere, e criticare il Bai sul fatto che non scriva in diretta si redimano offrendogli nuove offerte da far giungere direttamente al creatore (del blog).

Detto questo, immagino che il titolo di questo post abbia fatto storcere la bocca, infatti è una parodia di un post originale, scritto a suo tempo da un Laburno critico informatico, ed esperto analizzatore sociale di tutti i fenomeni web emergenti.
il vero post, come è stato consegnato alla leggenda era “Chi pesca facebook vince Internet ?“, e sono sicuro del fatto che fosse un’attenta analisi dell’emergente fenomeno di facebook e di tutti i suoi risvolti sociali, e psicoanalitici.
Purtroppo non sapremo mai che cosa contenesse questo post, visto che il creatore si è guardato bene dal darmi una copia dell’articolo che continua a possedere nei meandri dei suoi backup.

Possiamo solo lasciar correre la fantasia attraverso le mille pieghe che può assumere questo titolo, dal fare beffardo ed auto-ironico, ma allo stesso tempo intriso di quella critica forte e tagliente che solo un Laburno nel pieno della sua attività di critico informatico poteva esprimere, ed esporre con classe ma anche con decisione.
Mi piace pensare che nell’articolo si facessero vari riferimenti, senza contare i commenti ironici e provocanti, sulle follie e le deviazioni di un social-network che sta rovinando le menti di milioni di persone, riducendole ad un bieco perbenismo ed ad una piatta e morta banalità.
Ma che considerasse anche il potere mediatico che queste nuove forme di interazione web avrebbe avuto negli anni a venire, analizzando gli aspetti sociali, gli aspetti personali, e la rivoluzione intrinseca che questo fenomeno portava con se.

Laburno aveva ragione, in realtà credo che lui sapesse già che chi pescava facebook avrebbe vinto internet, ma purtroppo quelle parole, quelle frasi scottanti e sconnesse sono perse per sempre…
Questo è un appello disperato affinché quelle righe ritornino ad illuminarci, affinché la gente sappia.
Il blog è a disposizione di Laburno per pubblicarle di nuovo, affinché possano avere nuova vita, e nuova sostanza attraverso la quale tutti noi possiamo capire e continuare a migliorarci.
Nel frattempo che attendiamo voglio porgermi e porgervi un’altra domanda…

Ma Chi pesca internet vince facebook ???

Ai posteri l’ardua sentenza.

Un pensiero su “Chi Pesca Internet Vince Facebook ?”
  1. si nota la differenza di stile tipica delle cinque del mattino 🙂 ma il cammino per le offerte è lungo e arduo, dovrai riuscire nell'impresa dello scrivere in diretta almeno x 5 giorni a fila, dai bai ce la puoi fare!!! IN BAI WE TRUST

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.