Nessuno ci avrebbe scommesso un soldo (io per primo) e invece eccomi di nuovo a scrivere quattro righe sul magico mondo della falegnameria fai da te.

Di cosa vi parlerò oggi? Streaming? MILF? Stam? No, placate pure le vostre rigidità perché oggi non è ancora giunto il momento di passare al sodo.
Prima di intagliare e giocare con il legno bisogna mettere a punto la cassetta degli attrezzi.
Ogni falegname ne ha una, è una cosa molto importante.
1) Un browser sicuro
Avere un browser sicuro, e soprattutto sapere come usarlo, è vitale. E’ il vostro braccio destro, quello che vi accompagna a cercare il legno. Senza un compagno affidabile potreste finire come Stam che si è preso n-mila virus e ha dovuto chiamare BS per rimettere tutto in sesto.
Munitevi di Firefox, se non ce l’avete gia.
In realtà va bene qualsiasi browser tranne Internet Explorer, ma per comodità andiamo avanti tutti con FF.
Aprite Firefox e spippolate tra le opzioni:
  • andate su AVANZATE, poi alla voce CONNESSIONE, cliccate IMPOSTAZIONI.
  • Cliccate su IMPOSTAZIONI MANUALE DEL PROXY, e inserite alla voce HTTP PROXY e PORTA, uno qualsiasi dei valori elencati a questa pagina.
  • andate su PRIVACY e deselezionate ACCETTA COOKIE e selezionate CANCELLA CRONOLOGIA QUANDO CHIUDE FIREFOX
  • andate su CONTENUTO e deselezionate ABILITA JAVA. Controllate che il blocco pop-up sia attivo.
  • Installate/aggiornate il flash player.
Questi semplici passi dovrebbero garantirvi un certo anonimato e un po di sicurezza di base.
2) L’antivirus
L’antivirus ce l’avete tutti non mi ci perdo neanche a spiegarvelo. Basta che sia aggiornato.
3) Torrent
Il torrent è il miglior modo per scaricare grandi files (leggi: filmacci) in tempi umani. Scordatevi il mulo, anzi disinstallatelo.
Come funziona? Andate su google e cercate “torrent QUELLOCHEVOGLIOSCARICARE” spulciate tra i risultati finche non trovate da scaricare un file .torrent. Questo file viene aperto da un client (tipo uTorrent, andate a installarlo) dopodichè in mezz’ora vi scarica tutto il film.
Dove si trovano i torrent senza dover passare da google?
  • The Pirate Bay
  • Mininova
  • Pornbay etc
Chi piu ne ha piu ne metta, sono tutti motori di ricerca per torrent.
4) La cartella nascosta
Premesso che il grosso lo guarderete in streaming senza scaricare una cippa (poi vedremo come), ci sta che qualche classico del cinema vi venga voglia di salvarvelo per rivedervelo con calma il sabato sera come fa BS prima di andare da Achille.
La domanda è: dove metterlo? Se il computer che usate è privato, cioè su un account utente protetto da password potete anche metterlo sul desktop. Altrimenti è il caso di toglierlo dalla vista di nonne e zie.
Se siete studenti, la cartella che NESSUNO avrà mai la curiosità di aprire sarà qualcosa che si chiama come un esame: CALCOLATORI ELETTRONICI, FISICA TECNICA, FONDAMENTI DI CONTROLLO DIGITALE e roba così. Potete nascondere il legno li, e state tranquilli.
Per quelli che lavorano un’altra soluzione ottimale è creare una Cartella chiamata “FOTO CLAUDIO” e mettere tutto li. Non l’aprirà mai nessuno e siete al sicuro.
Evitate di nominare la cartella con nomi tipo STAM, FOTO STAM, FORZA STAM che vengono aperte subito (parlo per esperienza).
5) Organizzazione dei Preferiti
Salvare i siti preferiti nel browser è rischioso, lasciando dei riferimenti al legno qualcuno come il papà di Don GG potrebbe accorgersene. E allora andate su delicious.com e registratevi per un account, è un servizio di SALVATAGGIO e CONDIVISIONE dei preferiti online, in pratica vi crea una pagina dove salva tutti i siti che vi volete ricordare e vi da la possibilità di condividerli con gli amici.
Una volta iscritti andate su questa pagina e installate il plugin per firefox. Vi apparirà un bottone quadrato blu bianco e nero. Basta cliccare quello d’ora in poi e salva tutto sul vostro account delicious senza lasciare tracce nel browser.
Ok, per oggi basta così: la cassetta degli attrezzi è pronta.
Ora che siamo tutti organizzati per la prossima settimana tratteremo le buone pratiche del legno in streaming.
Per qualsiasi domanda, rispondo nei commenti.
Mr. Laburno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.