E’ di questi tempi che da qualche anno a questa parte, si svolge la seconda sagra paesana di Antraccoli.
La prima, quella classica che si svolge alla fine di Agosto e conosciuta come sagra del “Pioppino” ha da sempre riscosso un enorme successo di pubblico e portato nelle casse degli organizzatori una buona quantità di soldi, visto che i prezzi non sono proprio da considerarsi economici.
Visto il grande successo che si sono inventati, hanno giustamente organizzato una seconda sagra ribattezzata “Del Pesce Fritto e Baccalà”, non si sà per quale motivo, comunque sia questa come dicevo si svolge la prima settimana di Giugno ed anche questa sfruttando la fama della precedente riesce a portare un discreto numero di partecipanti.
Così oltre la tristissima sagra di Agosto, da adesso ci tocca sopportare anche questa simpatica e allegra Buffonata i primi di Giugno.
Bhè potrei dilungarmi per ore sulla tristezza infinita quando, da casa mia ( che in linea d’aria è 100 metri), mi tocca andare a letto ascoltando voci agonizzanti di artisti di strada, ingaggiati per due soldi e tre calci nel culo, cantare canzoni di qualsiasi genere in modi francamente raccapriccianti.
Per poi non parlare se andiamo a dare un’occhiata all’interno delle sagra stessa, lì la cosa è devastante, personaggi di tutte le età, è quello più che altro il preoccupante, di solito uno ci và o quando è troppo piccolo per capire che è una cagata, oppure quando uno è vecchio che non ha altro da fare, poi cazzo c’è anche il cimitero lì vicino, almeno il tragitto è breve.
Comunque sià quando passi di lì, la sensazione che veramente ti resta è quella della tristezza infinita …

Inoltre non è finita qui, io avrei piacere di sapere a chi finiscono tutti i soldi che vengono raccolti.
Le ultime voci ci dicono che si è creata una piccola “Mafia” all’interno del paese, una famiglia su tutte ( che non cito perchè non ho le prove di quello che dico ma quando le avrò farò tutti i nomi e cognomi…) che naturalmente si è presa subito a braccetto con il clero ( è dalla notte dei tempi che Mafia e Chiesa, intesa come istituzione, fanno culo e camicia …).
Comunque sia di sicuro i soldi non sono stati usati per il bene della collettività, a parte il rifacimento del tetto della Chiesa, che secondo il mio modesto parere poteva essere fatto anche crollare, vista l’utilità, non ricordo altre opere grandiose fatte. Qualcuno mi ha detto che la madonnina che svetta sulla via romana è stata “Rifatta” con questi soldi e, uso le virgolette perchè l’avranno rifatta che sembra più vecchia di prima, cazzo ci voleva un talento straordinario per riuscirci.

Comunque sia il mio invito è quello di disertare la sagra perchè oltre a rompere le palle fino all’una di notte, intristisce e mortifica un paese che già visto che la gente che ci abita ( me compreso ) è un’agonia, poi con la Sagra diventa una specie di “veglia Funebre”, poi cazzo se ci mettiamo un altra sagra è la Fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.