Niente da fare….

Non siamo riusciti a chiudere la storia del Gallo e company, nonostante l’estenuante post di ieri in cui ho spiegato tutte le mie verità, in cui ho riversato fiumi di parole, spesso senza senso.
Ho cercato di ricostruire tutti i fatti passo per passo, ho detto tutto che sapevo, almeno la mia versione, ma sono rimaste aperte ancora troppe domande senza una risposta, ed non è nostro costume lasciare a metà questioni di questa importanza, anche se ne potremmo tranquillamente fare a meno….

Lo Psicologo resta il vero grande mistero irrisolto, Ivan mi accusa di coprirlo e di sapere chi sia.
Voglio nuovamente smentire queste voci tendenziose, io non ho la più pallida idea di chi sià questo pazzo, anche se vengono fatti centinaia di migliaia di nomi : Laburno, Gallizzia, Stam, Lo stesso Ivan, il BVP, IO stesso ….
Potremmo essere tutti, ma potrebbe non essere nessuno, la realtà è che io non ne ho la più pallida idea.

Inoltre sono stati sollevati dubbi sulla vera identità del Gallo.
La rivelazione di questo “Amico di Amici” sembra un forzata ed innaturale.
Devo ammettere che io stesso dopo che ricevetti la telefonata di Stam che mi spiegava la situazione, sono rimasto un inibito, successivamente ripensandoci ho notato che alcune cose non quadravano, questo Gallo sapeva troppe cose su di noi, anche se gli fossero raccontate da lo stesso Stam, che tra le altre cose anche a detta dello stesso Gallo non lo conosce, è arrivato a sapere cose che difficilmente potevano essere reperite.

Non ho prove a sostegno di questa tesi, come non ho prove a sostegno del fatto che il Gallo sia un “Amico di Amici” come mi ha raccontato Stam, tranne la parola dello stesso Stam.
Uno Stam che in questi giorni si è divertito a passare da una bandiera all’altra, non ha esitato a tradire ad ingannare chiunque, prima si è spacciato per mille personaggi, poi ha sostenuto di non essere stato nessuno di questi, versioni contrastanti che non hanno minimamente aiutato ad accrescere la validità della sua parola, ma anzi hanno sempre di più portato me ed altri a pensare che dietro tutto questo teatrino il vero macchinista, il vero artefice, il vero burattinaio fosse proprio lui.

Pensateci un attimo, aveva i mezzi, aveva le giuste conoscenze, ma soprattutto aveva il movente per compiere tutto questo, la voglia irrefrenabile di mettere le mani in un sistema che lo ha sempre affascinato, la possibilità finalmente di scardinare il nostro sistema di pensiero per farci credere che la realtà che noi percepiamo, la verità per come noi la possiamo intendere, non è solo che una parola a cui attribuiamo dei concetti troppo grandi e complessi per poterli riassumere in una sola parola. Che da sola non può dare una spiegazione esauriente a questi concetti senza entrare inevitabilmente in contraddizione.
Ci ha spinto ( giustamente credo …) a farci capire che la verità nella sua essenza afferma una cosa ma nello stesso tempo la contraddice, noi questo lo chiamiamo paradosso, che non può esistere ma invece c’è.

Il Colpevole è lui, lo è sempre stato, e che Dio mi aiuti, lo sarà Sempre !!!

( ho esagerato …. ??? Venite fuori Tutti teste di Ca***o !!!! )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.