Dopo, come ho fatto qualche giorno parlando dei Pink Floyd, in occasione della morte di Richard Wright, voglio rimanere in tema, parlando di un’altro dei gruppi da me sempre più amato.
Ovvero i mitici Queen, pochi sanno che una volta il soprannome da me scelto era appunto “The Queen“, cosa di cui devo dire uno non si dovrebbe vantare troppo, e fra le altre cose credo di avere ancora come segreteria telefonica al cellulare, il messaggio che recita : “Risponde la segreteria telefonica di …” e la mia voce registrata che dice “The Queennnn“, forse qualcuno di voi ha avuto la sfortuna di sentirlo.
Comunque questo è senza dubbio un gruppo che ha segnato la storia della musica.
Io non sono per quei cantantini da quattro soldi, quei gruppetti ridicoli, oppure quegli italiani che sembrano che schiantino da un momento all’altro per amore, che gli scoppia il cuore, oddio come faranno …. sopravviveranno o gli scoppierà invece il culo … Magari !!!!

Per carità questa è la mia opinione, il Rock è quello che amo sopra tutto, ma ho sempre spaziato fra vari cantanti e vari generi, forse qualcuno si ricorderà i periodi della musica commerciale quando andavamo in discoteca a ballarla, le mie ballate al ritmo di Freestyle, e tutte le cagate che seguivano.
Stò perdendo un il filo del discorso o mi sbaglio ….
Quello che volevo dire è solo che dopo la morte di Freddy nel 1991 i Queen si ritirarono giustamente dalla scena internazionale, ricomparendo solo per concerti di sensibilizzazione oppure per concerti in memoria dello stesso Freddy o di altri cantanti.

il 19 Settembre scorso è uscito il loro nuovo album che si intitola “The Cosmos Rock” in collaborazione con Paul Rodgers, naturalmente sulla copertina è intitolato “Queen+ Paul Rodgers” per sottolineare appunto che questa è una collaborazione e non un tentativo di sostituire l’ormai scomparso Mercury.
Ho avuto la Possibilità di ascoltarlo ( non l’ho assolutamente scaricato dalla rete, ma l’ho comprato …. come non ci credete ??’!!)

Senza dubbio questo è un album interessante, si riconosce la forte impronta Rock soprattutto per gli assoli di Brayn May, si riconosce il tocco dei Queen anche se privi della loro guida maestra che avevano trovato in Mercury.
Rodgers ha tutt‘altro stile e tutt‘altra voce rispetto a freddy, molto più profonda e meno armonica, ma altrettanto coinvolgente ed interessante.
Tutto sommato l’album è un buon inizio per questa collaborazione, anche se non porterà il gruppo alle glorie dei vecchi tempi, sicuramente è un buon modo per dare una degna continuità all’operato di una band storica, magica, eclettica e leggendaria, che noi uomini chiamavamo Queen.

Decisamente consigliato, visto anche la tristezza attuale che regna sovrana nel panorama musicale attuale ( c’è ancora Cremonini aggiro … non non dico altro …).

Per i Nostalgici Dei veri Queen ( siete pregati di guardare i video che vi posto, anche se vi fanno cagare !!! testacce di ….)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.